Continua il nostro viaggio alla scoperta dei proverbi siciliani. Oggi ci concentriamo su un proverbio adatto a chi ama la buona cucina e la tavola:

A ucca è quantu n’aneddu, ma si mancia turri, palazzi e casteddu.

In tante occasioni abbiamo già visto proverbi siciliani legati al cibo (qui trovate una bella raccolta) e torniamo sull’argomento, perché ne abbiamo trovato un altro che ci ha colpito. Come si traduce letteralmente?

La bocca è larga quanto un anello, ma mangia torri, palazzi e castelli.

Il significato, dunque, è abbastanza chiaro: la bocca potrà anche avere una larghezza limitata, ma se l’appetito c’è, si riesce a mangiare davvero di tutto! Questo proverbio si confà perfettamente all’indole siciliana, particolarmente legata a una tradizione culinaria che non teme confronti.

La prossima volta che vi troverete seduti a tavola, non dimenticate queste parole e concedetevi tranquillamente un bis!