Un uomo di 74 anni di Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di atti sessuali con un minorenne. L'insospettabile anziano avrebbe adescato un tredicenne e avrebbe abusato di lui in alcune chiese del paese, aspettando che finissero le funzioni religiose e che preti e fedeli si allontanassero dai luoghi di culto.

I militari che effettuavano servizi di controllo per prevenire furti durante le feste religiose avevano notato alcuni atteggiamenti sospetti dell'uomo: in più occasioni era stato visto in compagnia del ragazzino, con cui non aveva alcun legame di parentela. Alcune telecamere di sorveglianza, poi, avrebbero confermato i sospetti.

L'anziano avrebbe adescato il ragazzino in chiesa, minacciandolo che, qualora si fosse rifiutato di compiere atti sessuali con lui, avrebbe raccontato dell'accaduto ad altre persone e lo avrebbe picchiato. L'ordine di arresto per il 74enne è stato emesso dal gip del tribunale di Ragusa: l'uomo è stato posto ai domiciliari e sono in corso le indagini per fare chiarezza su quanto accaduto.