La polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 6 palermitani, tra cui figura anche un poliziotto: sono tutti accusati di corruzione. L'indagine è stata condotta dagli agenti della Squadra Mobile di Palermo ed è partita nel dicembre del 2014, prendendo il via da un'altra attività parallela, svolta dalla Squadra Mobile di Udine su un gruppo di rapinatori specializzati in assalti ai danni di istituti di credito del Nord Italia. 

Secondo quanto riportato da PalermoToday:

I destinatari dei provvedimenti restrittivi sono: P.G., 44 anni, il poliziotto; Piero Madonia, 45 anni, di Ballarò, pluripregiudicato per rapina e al momento detenuto agli arresti domiciliari all'Albergheria; Vito Leale, 54 anni, pluripregiudicato per rapina e stupefacenti e al momento detenuto nel carcere di Sciacca; Guido Riccardi, 31 anni, del quartiere Capo,  pluripregiudicato per rapina e adesso detenuto nel carcere di Trieste; Rosolino Lo Iacono, 44 anni, del quartiere Villagrazia (pluripregiudicato per rapina e al momento detenuto nel carcere di Trapani); Deborah De Lollis, 47 anni, incensurata e moglie di Lo Iacono. La Questura ha fornito i nomi tutti gli arrestati, tranne quello del poliziotto.

Gli investigatori hanno raccolto elementi su un grave episodio di corruzione che avrebbe coinvolto il poliziotto, il quale avrebbe fornito informazioni sulle indagini in corso, in cambio di imprecisate sommme di denaro.