Dopo 150 anni torna in Sicilia la produzione di tabacco: gli amanti dei sigari (e delle sigarette) potranno fumare un prodotto made in Sicily, grazie allo spirito d'iniziativa di un gruppo di 5 imprenditori, guidati dal palermitano Federico Marino, che hanno impiantato a Cerda una coltivazione di 8 ettari.

Come spiega lo stesso Marino, nel video pubblicato su Repubblica Palermo, a dare al gruppo di impreditori lo stimolo per lasciare questa impresa  è stato l'imprenditore trevisano Cesare Pitrella. La scelta del territorio di Cerda non è casuale: è infatti stato selezionato in seguito ad analisi del terreno. Dopo l'acquisto delle piantine di tabacco, ha avuto inizio l'avventura, il cui scopo è dare vita ad un buon sigaro di Sicilia. Importante, come ribadisce Marino, il contruibuto di imprenditori del nord Italia, che intendono investire nell'Isola.

Nel video vengono illustrate le varie fasi di lavorazione e raccolta, fino al momento in cui le foglie di tabacco sono pronte per essere lavorate e dare vita ai prodotti finali.

SIGARI MADE IN SICILY: GUARDA IL VIDEO