"Mamma, come posso smettere di piangere?". A fare la domanda, assolutamente straziante, è una bimba di 4 anni, violentata dal fratellastro di 12. La drammatica vicenda è finita nel tribunale per i minorenni di Brighton, in Inghilterra. Secondo le ricostruzioni dei tabloid, il ragazzino (che ora ha 14 anni) avrebbe stuprato in più di un’occasione la bimba mentre giocavano in casa. Poi, per farla tacere, le avrebbe regalato delle caramelle. Il 14enne è stato riconosciuto colpevole e sarà condannato il mese prossimo.

"Ogni volta che sente il suo nome, mia figlia si inquieta. Si sveglia fino a 5 volte a notte terrorizzata. Si sveglia ancora piangendo e mi chiama. È stato devastante sentirla testimoniare. Ha sofferto molto. Vorrei solo che superasse tutto questo quanto prima. In una fase di pianto incontrollabile durata 45 minuti, mi ha detto: 'Come faccio a smettere di piangere mamma? Aiutami, aiutami'. Purtroppo so che ci saranno tempi ancora difficili. Nel lungo termine dovrà affrontare le ripercussioni delle sue esperienze traumatiche, forse per il resto della sua vita. Sono spaventata per il suo futuro", ha raccontato la donna. Il giudice distrettuale ha descritto la dichiarazione della donna come "un colpo al cuore".

Il 14enne è stato rilasciato in custodia fino al mese prossimo quando comparirà davanti alla Corte di Lewes per la sua "sentenza significativa", ha spiegato il magistrato. Parlando durante il processo, la madre della giovanissima vittima ha rivelato che la figlia le ha mostrato dove è stata abusata usando una bambola. "Mi ha detto: 'Mamma voglio dirti una cosa'. Normalmente non l’avevo mai vista così. Ho capito subito che era qualcosa di importante per lei. Ha detto che è successo mentre giocavano a nascondino e si cercavano. Mi ha detto che non le piaceva e non voleva farlo. Così l’ho messa a letto e l’ho coccolata, dicendo che era una bimba molto coraggiosa per aver detto tutto alla mamma", ha continuato la donna.

Successivamente, la piccola ha rivelato che il fratello le avrebbe offerto dei dolci in cambio di quelle attenzioni speciali. "Mi ha detto che non le piaceva, ma le piacevano i dolci. Le ho detto: 'Perché non gli hai mai detto non nulla, perché non sei venuta subito dalla mamma?' E lei mi ha risposto: 'Lui mi ha detto di non farlo'".