La Polizia di Stato ha arrestato a Catania il 28enne Sebastiano Balsamo, accusato di violenza sessuale, rapina e lesioni aggravate. L'uomo, dopo essersi recato per un malore all'ospedale Garibaldi Centro, si sarebbe introdotto nell'abitazione di una giovane donna, l'avrebbe malmentata e, minacciandola con un coltello, ne avrebbe abusato sessualmente, quindi di sarebbe allontanato portando con sé un telefono cellulare, un computer portatile e due portafogli.

Gli investigatori sono risaliti a Balsamo grazie alla visione delle immagini degli impianti di videosorveglianza e alle testimonianze del personale sanitario. Balsamo, pregiudicato, ha raggiunto l'abitazione della donna, al primo piano, e si è introdotto infrangendo il vetro di una finestra con il manico del coltello, che ha poi usato per minacciare la vittima.

Ad avvertire il 113 è stata la donna, alla quale sono stati diagnosticati traumi e lesioni in diverse parti del corpo, giudicati guaribili in 25 giorni. Sebastiano Balsamo, che risiede in un comune del Catanese, è stato fermato dopo due giorni: il Gip, accogliendo la richiesta della Procura, ne ha convalidato il fermo, disponendo la custodia cautelare in carcere. È stato rinchiuso nella casa circondariale di Piazza Lanza.