CATANIA – Si tiene oggi pomeriggio, al Castello Ursino, la prima unione civile di Catania tra due persone dello stesso sesso: la cerimonia sugellerà l'iscrizione nel Registro delle Unioni Civili di una coppia di donne siciliane, una delle quali catanese. La coppia, che non desidera i clamori della stampa, ha chiesto riservatezza: l'unione verrà registrata alla presenza del sindaco Enzo Bianco e, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe anche essere presente il presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Dalla sua istituzione, il Registro ha accolto otto unioni, compresa quella che si celebra oggi, che è la prima unione omosessuale della città. In corso ci sarebbe anche la registrazione di un'altra unione tra persone dello stesso sesso, che tuttavia è in via di perfezionamento. 

Il Regolamento per il "Registro delle Unioni Civili" è stato approvato dal Consiglio Comunale di Catania nel marzo del 2013: possono richiedere l'iscrizione le persone maggiorenni (sia cittadini italiani che stranieri, comunitari e non), che non siano legate tra di loro da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione o tutela, legate solo da ragioni affettive e/o motivi di reciproca assistenza materiale e morale. Devono essere residenti nel Comune di Catania e coabitanti nello stesso nucleo familiare da almeno un anno alla data della presentazione dell'istanza, di stato civile libero o in stato di separazione da più di 3 anni e non iscritti come componenti di altra unione civile.