La coppola siciliana è uno dei simboli della Sicilia. Da semplice accessorio è diventato rappresentazione di un’identità e di una cultura e la sua fama non conosce confini. Si tratta di un berretto dotato di una piccola visiera e di una cupola tendenzialmente piatta o a spicchi. Può essere realizzata in diversi modelli e con diversi materiali.

Storia della coppola siciliana

Nella forma che conosciamo oggi, la coppola avrebbe origine anglosassone. Qui i berretti civili si diffusero dal tardo XVI secolo. Era usanza, la domenica e nelle festività, che tutti i maschi al di sopra dei sei anni indossassero un copricapo.

Antesignano delle coppole moderne sarebbe stato il “flat cap”. Dal Vecchio Continente, la coppola inglese si diffuse negli Stati Uniti, divenendo un berretto molto comune fra persone di età ed estrazione sociale diversa.

In Italia, la tradizione della coppola è relativamente più recente. Il suo utilizzo, infatti, si attesta tra il tardo XIX secolo e la prima metà del XX secolo. Secondo alcune fonti, un certo numero di famiglie inglesi si stabilì in Sicilia, cercando investimenti. I forestieri portarono con sé usanze e capi d’abbigliamento, tra cui il berretto piatto. Per spirito di emulazione, dunque, i siciliani lo inserirono tra i loro accessori.

La Storia della Coppola Siciliana

Foto Walter Lo Cascio

Così si iniziò a parlare di una coppola siciliana. Il cappello divenne, a tutti gli effetti, un simbolo di cultura e di appaertenenza alla comunità dell’isola e alle sue tradizioni.

Quando si parla della coppola siciliana, bisogna fare una piccola digressione relativa al nome. L’origine inglese, infatti, rimane dubbia. Il termine coppola, nel corso della storia, vanta una lunga tradizione nel Sud Italia. Era in uso già prima del XIX secolo.

È molto verosimile che la coppola abbia origine angolassone, ma è interessante sottolineare come il concetto di coppola, nella cultura italiana, è slegato da quello di berretto piatto. Allude a una serie di copricapi, i berretti civili, in uso presso le masse popolari. Tra questi rientra il “flat cap”, la cui ampia diffusione in Italia gli ha procurato l’appellativo di coppola o berretto per antonomasia.

Articoli correlati