Cous Cous Fest 2020 annullato. La manifestazione, che da anni è un appuntamento fisso a San Vito Lo Capo, ha dovuto fare un passo indietro a causa dell’emergenza Coronavirus. “Alla luce del cambiamento del quadro epidemiologico – spiegano gli organizzatori – ci sembra doveroso fare un passo indietro nonostante il progetto dell’evento fosse stato modificato nel totale rispetto delle normative anti-Covid. Le ultime notizie sui contagi, purtroppo, non favoriscono la creazione del clima di serenità necessario che è fondamentale allo svolgimento di un grande evento quale è il Cous Cous Fest. È comunque soltanto un arrivederci. Torneremo, più forti di prima, non appena le condizioni lo consentiranno”. La decisione è stata presa dall’amministrazione comunale di San Vito Lo Capo, d’intesa con il Prefetto di Trapani e l’agenzia di comunicazione Feedback, che organizza l’evento.

Cous Cous Fest, la storia

Il Cous Cous Fest è nato nel 1998 e, anno dopo anno, ha accompagnato i partecipanti in un viaggio del gusto tra le strade ed i vicoli verdeggianti. Gli chef e i diversi partecipanti hanno sempre mostrato il cous cous preparato secondo la versione locale, a base di pesce, le più curiose e stuzzicanti varianti dei paesi esteri. I migliori vini siciliani e le più sfiziose specialità della cucina isolana hanno accompagnato questo percorso alla scoperta del mangiar bene. Sebbene il cous cous non sia un piatto nato in Sicilia, è entrato a far parte della sua tradizione culinaria. Si tratta di una testimonianza di integrazione che passa attraverso il palato e i sapori. Le città del Trapanese, città di mare, con i loro pescatori hanno importato usanze e deliziose ricette. Tra queste, c’è quella del cous cous, un piatto unico che, nella versione siciliana, privilegia il buon pescato. Tanto semplice quanto delizioso, a dimostrazione del fatto che, per realizzare una buona ricetta, è importante che la materia prima sia buona, non che sia “tanta”.

Articoli correlati