Volge finalmente al termine una delle più durature fasi fredde dell'ultimo decennio in Sicilia.

Dopo l'irruzione polare di fine anno e l'ondata di gelo dell'Epifania la temperatura ha seguitato a stazionare stabilmente ben al di sotto le medie climatiche del periodo. Fino a ieri si sono registrate abbondanti nevicate nelle aree interne fino a bassa quota, con diversi disagi alla circolazione persino sull'autostrada A19 Palermo-Catania.

 

Da oggi, dopo le ultime gelate mattutine nell'entroterra, la colonnina di mercurio tenderà gradualmente a guadagnare qualche grado, in attesa di un rialzo più deciso previsto per venerdì, per effetto dell'azione di forti venti di Scirocco.

 

Le intense correnti sud-orientali tuttavia precederanno l'arrivo di un profondo vortice ciclonico che dal nord Africa tenderà ad avvicinarsi minacciosamente alla nostra regione.

 

Già nella seconda parte di domani arriveranno le prime avvisaglie sulla fascia ionica, con graduale aumento della nuvolosità e qualche pioggia tra Acese e Messinese ionico.

 

A seguire, nella giornata sabato la bufera di Scirocco, con raffiche anche oltre i 70 km/h sul settore settentrionale dell'Isola. Le precipitazioni dal versante ionico tenderanno ad estendersi alle aree interne ed in serata giungeranno dalla Tunisia i primi temporali anche sul settore sud-occidentale.

 

Il clou del maltempo tuttavia è previsto per domenica quando i fenomeni tenderanno ad estendersi a gran parte del territorio regionale.

 

Particolare attenzione alle province orientali. Secondo le nostre ultime elaborazioni, infatti, sul Siracusano e soprattutto tra Catanese e Messinese ionico, potranno registrarsi precipitazioni anche a regime di nubifragio e gli apporti pluviometrici a fine episodio potranno raggiungere quantitativi davvero ingenti. Peraltro sulle stesse aree la situazione potrebbe essere aggravata dall'ingrossamento dei torrenti dovuto allo scioglimento delle nevi.

 

 

Per tutti i dettagli in merito a questa intensa ondata di maltempo in imminente arrivo vi rimandiamo al sito www.meteovins.com.

 

Aggiornamenti, segnalazioni e foto in temporale potete trovarli sulla mia pagina facebook https://www.facebook.com/meteovins/

 

Vincenzo Insinga