I carabinieri hanno eseguito un ordine di carcerazione per don Paolino Marchese, parroco 51enne condannato anche in appello, per aver abusato di una tredicenne che frequentava la chiesa di Aliminusa (Palermo). Marchese è stato portato nel carcere dei Cavallaci di Termini Imerese. In secondo grado è stato condannato a cinque anni e mezzo, sei in primo grado. A pronunciare la sentenza, la terza sezione della Corte d'appello, che aveva accolto le richieste della procura generale.

La vittima, nel processo, era parte civile. Il collegio d'appello ha ritenuto assorbiti due capi d'imputazione e condannato l'imputato per atti sessuali con minorenne. Quanto sono avvenuti i fatti la vittima aveva meno di 14 anni. Secondo quanto riportato da BlogSicilia, tutto ebbe inizio poiché la giovane frequentava assiduamente la chiesa poiché voleva diventare suora. Le indagini sono partite dalla sua denuncia: dalle deposizioni è emerso che la ragazzina, ormai diventua una giovane, era stata plagiata, portandola in parrocchia quando non c'era nessuno.