Avrebbe dovuto fare il baby sitter, invece abusava sistematicamente di una bimba: i carabinieri hanno arrestato un uomo di 49 anni, nato a Como, ma residente in provincia, con l'accusa di violenza sessuale ai danno di una minorenne. Le indagini sono partite nel 2017, quando è partita una segnalazione da un Consultorio Familiare. I genitori, dato che la figlia da circa 6 mesi manifestava episodi di crisi di panico, si sono rivolti a personale specializzato.

A loro la minore, quattordicenne, ha confidato di essere stata vittima, quando aveva un paio di anni meno, di alcuni comportamenti deprecabili del vicino di casa della nonna. I genitori, a causa degli impegni lavorativi, la affidavano alla nonna materna e il vicino si era offerto di aiutarli. Ma è stato allora che sono iniziate le morbose attenzioni. I carabinieri si sono subito messi al lavoro. La ragazzina ha raccontato che l'uomo, oltre ad avere continue attenzioni nei suoi confronti, le faceva massaggi ai piedi, spingendosi fino a toccarle le parti intime e avere rapporti di natura sessuale. Era inoltre solito inviarle messaggi e farle regali, al dine di poterla incontrare

Sono state inoltre estrapolate diverse foto della ragazzina mentre svolge esercizi ginnici. In tali circostanze la bambina è sempre vestita, ma diverse immagini sono focalizzate sulle parti intime. Sono stati altresì acquisiti diversi video scaricati da siti specifici, riproducenti concorsi di bellezza, le cui protagoniste, giovanissime ragazzine, si esibiscono completamente nude.