I carabinieri di Ragusa hanno arrestato un giovane vittoriese di 24 anni per violenza sessuale, tentata rapina e lesioni personali. Le indagini sono state avviate in seguito alla denuncia di una ragazza, che ha raccontato ai militari di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali non consenzienti con l'indagato che, a bordo di uno scooter, l'aveva portata in un posto isolato e, minacciandola di gravi rappresaglie, l'aveva ripetutamente violentata e picchiata.

Dopo averla riaccompagnata a casa, le ha detto che se avesse raccontato qualcosa, l'avrebbe uccisa, poi le ha chiesto di consegnargli tutto il denaro che aveva con sé. La vittima è riuscita a scappare, chiudendosi in casa. La vittima soltanto dopo alcune settimane dall'accaduto ha trovato il coraggio di denunciare i carabinieri ciò che era successo e i militari hanno notato che aveva diverse ferite visibili.

I due si erano incontrati per un appuntamento, ma lui con una scusa l'ha fatta salire a bordo di un motorino, quindi l'ha portata in un casolare abbandonato, dove ha abusato di lei. Il 24enne è stato arrestato e condotto nella Casa Circondariale di Ragusa.