Il primo evento mondano della stagione estiva.

  • Festival del Cinema Italiano a San Vito lo Capo, arrivano i vip all’aeroporto di Trapani.
  • La manifestazione si terrà dall’8 al 12 giugno.
  • Una carovana di artisti ha portato gioia e bellezza nello scalo siciliano.

Il ritorno alla normalità della Sicilia atterra all’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi. Lo scalo ha ospitato il primo evento culturale e mondano della stagione estiva trapanese, con l’arrivo di tanti artisti. I vip sono giunti in Sicilia per partecipare al Festival del Cinema Italiano di San Vito Lo Capo, manifestazione cinematografica sotto la direzione artistica di Paolo Genovese. Dall’8 al 12 giugno la rinomata località turistica celebra e valorizza le produzioni nazionali di lungometraggi e corti di registi affermati e di giovani esordienti. Agli arrivi, accolti dal presidente di Airgest, Salvatore Ombra e dal direttore generale Michele Bufo, hanno portato gioia e bellezza. Mattatore l’attore Pino Ammendola che, dall’alto della sua esperienza e verve ha dato il benvenuto del Festival. Ad attirare gli sguardi l’attore Paolo Conticini, il regista Christian Marazziti, la conduttrice Veronica Maya e il dj Clementino.

Festival del Cinema Italiano a San Vito lo Capo: il programma

La preapertura del Festival del Cinema Italiano è affidata  al film Per Grazia ricevuta, un omaggio a Nino Manfredi per il centenario della sua nascita: nella prima giornata dell’8 giugno, proiezione de I predatori di Pietro Castellitto, e Cobra non è, di Mauro Russo, in gara per la sezione lungometraggi. Tanti gli ospiti attesi fino al 12, serata conclusiva del Festival, al Cine Teatro Comunale trasformato in PalaFestival. Sarà condotta da Veronica Maya e andrà in onda su Rai2. In concorso ci sono 8 film, 15 cortometraggi e 4 documentari, oltre a una serie di appuntamenti dedicati al mondo del Cinema e dell’Ambiente. Queste sono le due sezioni che dialogano a tutto tondo – dalle pellicole ai convegni – per sensibilizzare il pubblico verso comportamenti più virtuosi per la salvaguardia del nostro pianeta.

La giuria vip del Festival

A giudicare tutte le opere in concorso saranno due giurie, una per i lungometraggi e i corti. Sono composte da Silvio Orlando (presidente), Serena Autieri, Giusy Buscemi, Paolo Conticini, Donatella Finocchiaro, Chiara Francini, Christian Marazziti. Queste le categorie in gara per aggiudicarsi le “Stelle d’argento al cinema italiano”: Miglior film – Migliore regia – Miglior opera prima – Miglior cortometraggioMigliore attore e attrice protagonista – Migliore attore e attrice non protagonista. «In questo momento c’è un bisogno enorme di fare cultura del cinema – ha sottolineato Paolo Genovese -. Non abbiamo insegnamenti di cinema nelle scuole. L’unico modo per far entrare in contatto il pubblico, gli appassionati, con i protagonisti del grande schermo sono i Festival del cinema, dove possono incontrare i registi, gli sceneggiatori, gli attori. Ogni Festival ha la sua anima, una sua caratteristica per far dialogare questi due mondi».

Articoli correlati