Ha circuito madre e figlia 17enne, convincendole che avrebbe liberato i loro corpi dal demonio: è successo a Niscemi, dove un 52enne è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale, truffa ed estorsione. Il finto mago ha adescato le due donne nello scorso mese di gennario, convincendole del fatto che se non si fossero sottoposte alle sue "cure" sarebbero morte.

Il "santone" avrebbe inoltre convinto le due donne di essere in possesso di alcuni poteri sovrannaturali, tali da riuscire a liberarle da mali oscuri, estorcendo loro la somma di 8.000 euro. Le donne sarebbero anche state convinte ad avere rapporti sessuali con lui. Ancora, il finto mago avrebbe progressivamente preso il posto del capofamiglia, portando marito e moglie a divorziare e diventando parte del nucleo familiare a tutti gli effetti.

Proprio il marito, esasperato per la situazione, si è rivolto ai carabinieri: nel corso delle indagini sono stati trovati alcuni oggetti utilizzati dal finto mago per i suoi riti, come croci in legno sotterrate nel giardino dell'abitazione delle due donne, le foto di una delle due e una "polverina magina" utilizzata per creare una maggiore suggestione. Al "santone" sono stati concessi gli arresti domiciliari.