Un totale di quasi tre secoli di carcere per 36 persone, tra presunti boss e fiancheggiatori del clan della Noce di Palermo. I reati contestati sono associazione mafiosa, estorsione aggravata, intestazione fittizia di beni, traffico e spaccio di droga. Non c'è stato neanche un assolto in relazione all'operazione Atropos, risalente all'ottobre del 2012. I ricorsi, spiega il Giornale di Sicilia, sono stati tutti rigettati o ritenuti inammissibili dalla corte di Cassazione. L'indagine ha vuto grande eco sulla stampa perché partita da un'estorsione imposta alla Magnolia Production, che girava un film proprio sul tema della mafia

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: GIORNALE DI SICILIA)

gallery