Contrabbando di carburante, maxi operazione in Sicilia. Più di 150 finanzieri del Comando provinciale di Catania hanno eseguito 29 misure cautelari personali, di cui 14 arresti domiciliari e 15 provvedimenti di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il sequestro preventivo di 25 impianti di distribuzione stradale di carburante nelle province di Catania, Ragusa, Siracusa ed Enna.

Si tratta dell'atto finale di un'indagine coordinata dalla locale Procura distrettuale: agli indagati è contestata l'associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti pertroliferi immessi nel mercato nazionale in evasione d'imposta (accise e iva), utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti,  falso ideologico, frode in commercio e turbata libertà del commercio. 

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO

gallery