Totò Riina venne arrestato il 15 gennaio del 1993 dopo oltre 20 anni di latitanza. Considerato il capo dei capi di Cosa Nostra, adesso ha 86 anni e numerose condanne a vita da scontare, in quanto ritenuto mandante ed esecutore di una lunga serie di delitti.

Secondo la Corte di Cassazione, esiste un "diritto a morire dignitosamente" che va assicurato al detenuto: la decisione della suprema Corte ha dato il via a un vivace dibattito e per la prima volta ha aperto al ricorso della difesa di Riina, che da anni chiede il differimento della pena o i domiciliari per motivi di salute. Adesso la richiesta di Riina dovrà tornare al tribunale di sorveglianza per rivedere la questione, alla luce del parere della Cassazione.

La scalata di Riina ai vertici di Cosa Nostra cominciò nel 1981 e la sua scheda processuale si è aperta con una denuncia del 13 luglio 1982 per associazione mafiosa, insieme con altri 161 presunti affiliati a Cosa Nostra. Il resto è storia ben nota, lungo un'escalation di violenza che ha portato alle stragi di mafia del 1992. Nella gallery trovate una fotostoria con alcune delle immagini più significative e note del boss, fino alle recentissime foto diffuse dalla trasmissione Quarto Grado.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (Fonte: La Sicilia)

gallery