È stato emesso ieri, dalla Procura di Caltagirone, un fermo per l'omicidio del commerciante Francesco Barbanti nei confronti di Febronio Gueli, 47 anni. Nella tarda mattinata di ieri i militari sono intervenuti sulla strada provinciale 74 tra Palagonia e Militello Val di Catania, perché era stata segnalata la presenza del corpo senza vita di un uomo.

A conclusione di un'intensa attività investigativa sono emersi una serie di inequivocabili e gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Gueli: la vittima aveva contratto con il 47enne un debito e sarebbe questo il movente dell'atto criminoso. L'accusato avrebbe esploso sette colpi di arma da fuoco in località Francello: sul luogo della tragedia non sono stati trovati bossoli.

I proiettili, alcuni dei quali hanno colpito un muro della carreggiata, sarebbero stati verosimilmente esplosi da Gueli con una pistola a tamburo. Febronio Gueli è stato accompagnato nella casa circondariale di Caltagirone, in contrada Noce. La sua posizione in ambito penale sarà valutata entro le prossime 48 ore.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: LASICILIA.IT)