«Per placare un po' quel senso di impotenza… Non potendo fare altro, il mio contributo di solidarietà a chi soffre, sperando che possa essere d'aiuto e che possa smuovere qualche coscienza…»: a scrivere queste parole è Gherardo Gotti, giovane ingegnere civile di Pieve di Cento (Bologna), che, all'indomani del terremoto che ha colpito il Centro Italia, ha deciso di pubblicare sul suo profilo Facebook una galleria fotografica in cui mostra alcune immagini degli edifici crollati. Ognuna delle foto è accompagnata da una didascalia che spiega i motivi per cui alcuni palazzi sarebbero venuti giù in un determinato modo. La sua iniziativa ha raccolto un ampio consenso da parte degli utenti, che hanno condiviso e commentato. 

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (Fonte Facebook)