Nonostante avesse sulle spalle un ergastolo per almeno tre omicidi e una condanna definitiva giunta nel 2007, da anni Maurizio Galletta era ai domiciliari per asserite condizioni di salute non compatibili con ilo regime carcerario e aveva anche ottenuto dall'Inps una pensione e un'indennità di accompagnamento. Secondo gli investigatori della Dia di Catania, che lo hanno arrestato, il tutto avveriva grazie a false certificazioni rilasciate da medici compiacenti.

Come si legge su La Sicilia:

Maurizio Galletta, boss mafioso, pluripregiudicato, ritenuto un elemento di primissimo piano del clan Santapaola Ercolano è stato arrestato per concorso in falsità ideologica, truffa aggravata ai danni dell’INPS, intestazione fittizia di beni e detenzione e porto illegale di pistola, con lui è finito in carcere anche suo cognato, Rosario Testa di 42 anni, (al quale il provvedimento è stato notifivcato in carcere) per detenzione e porto di arma da fuoco in luogo pubblico e un cittadino romano M.D.A., finito ai domiciliari, con l’accusa di porto illegale di arma da fuoco.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO

gallery