Nell'ambito di un'indagine sulle cosche mafiose dei Nebrodi, la Polizia di Stato ha arrestato 23 persone, sette delle quali sono state poste agli arresti domiciliari. I provvedimenti sono scattati in seguito all'attentato nei confronti del presidente del Parco dei Nebrosi Giuseppe Antoci, avvenuto il 18 maggio scorso.

Fra gli arrestati c'è anche Antonio Foraci, ritenuto il boss emergente di Tortorici, in rapporto di affari con potenti famiglie di 'ndrangheta calabrese. Le indagini dagli investigatori del Commissariato di Capo d'Orlando, coordinate dalla Dda di Messina, hanno colpito una cosca mafiosa dedita alle estorsioni e ad altre due organizzazioni criminali che avrebbero gestito il traffico ed lo spaccio di stupefacenti nella stessa zona.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO
Foto: Giornale di Sicilia