È stata chiesta dal pm Dario Scaletta la condanna a 18 anni per Salvatore Raccuglia, 12 anni per Salvatore La Barbera e 10 anni per Giuseppe Serbino, accusati di associazione mafiosa ed estorsione aggravata ai danni di un imprenditore di Altofonte. Andrea Di Matteo ha invece scelto il rito abbreviato (il processo comincerà il 9 aprile davanti alla terza sezione del Tribunale di Palermo). Il centro Pio La Torre si è costituito parte civile, assistito dall’avvocato Anna Tirrito.

I quattro sono stati arrestati nell’ambito di uno dei filoni scaturiti dall’operazione “Quattropuntozero”, nella quale finirono in manette i vertici del mandamento di San Giuseppe Jato. A denunciare, in quell’occasione, fu un imprenditore di Altofonte, stanco delle richieste di pizzo subite dal 2000, che descrisse alcune dinamiche della cosca mafiosa. Come riportato dal Giornale di Sicilia, avrebbe avuto richieste di pizzo a Pasqua e Natale.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: GDS.IT)

gallery