I carabinieri hanno scoperto un traffico internazionale di cocaina tra l'Italia e l'Argentina, con il quale veniva rifornita la movida siciliana. Sono stati eseguiti 12 arresti tra Palermo, Bagheria, Roma e Tolmezzo. L'operazione ha coinvolto capi e gregari del mandamento di Bagheria. Smantellato il complesso traffico, che riforniva di sostanza stupefacente i locali notturni delle province di Palermo e Trapani.

L'operazione, denominata "Presidium", ha portato anche al sequestro di cinque chili di cocaina all'aeroporto di Buenos Aires. Stando alle ricostruzioni dei militari, Nicolò Testa, al vertice della famiglia mafiosa di Bagheria, avrebbe stretto un accordo insieme al suo collaboratore Carmelo D'Amico con un procacciatore all'ingrosso di cocaina, per importare grossi quantitativa di stupefacenti dall'Argentina. La droga era trasportata da Buenos Aires in Italia nelle valigie di insospettabili corrieri.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: LASICILIA.IT)

gallery