Si è conclusa la tranche in abbreviato del processo Argo, giunta in appello, con alcune conferme e diverse diminuzioni di condanna. Riduzioni di pena per il clan di Bagheria (Palermo) nel corso del processo in cui venne fuori per la prima volta la scelta di Antonio Zarcone di pentirsi. Nel 2013 l'operazione del Comando provinciale dei carabinieri di Palermo e del Ros ha portato alla luce un'organizzazione mafiosa legata alle tradizioni, che tuttavia investiva fiumi di denaro nell'apertura di imprese edili, supermercati agenzie di scommesse e locali notturni.

Ecco gli imputati e le tutte le pene.

 Roberto Aruta (2 anni), Salvatore Giuseppe Bruno (da 8 anni e 7 mesi a 8 anni), Lorenzo Carbone (2 anni e 10 mesi), Raffaele Catanzaro (1 anno e 4 mesi), Francesco Centineo (assistito da Giuseppe Farina, da 10 anni e 6 mesi a 5 anni e mezzo), Giacinto Di Salvo (da 12 anni a 10 anni e 8 mesi), Sergio Flamia (da 5 anni e 8 mesi a 4 anni e 8 mesi), Salvatore Fontana (da 4 anni e 4 mesi a 3 anni e 3 mesi), Vincenzo Gennaro (da 3 anni a 2 anni e 8 mesi), Silvestro Girgenti (da 10 anni a 5 anni e 4 mesi), Vincenzo Graniti (da 10 anni a 6 anni e 2 mesi), Umberto Guagliardo (assistito da Antonio Turrisi, da 6 anni a due anni e cinque mesi), Rosario La Mantia (da 14 anni e 6 mesi a 12 anni e 8 mesi), Salvatore Lauricella (14 anni), Pietro Liga (da 10 anni e 6 mesi a 6 anni), Francesco Lombardo (14 anni), Driss Mozdahir (da 12 anni a 7 anni e 5 mesi), Rosario Ortello (un anno), Nicola Pecoraro (un anno), Raffaele Purpi (da 3 anni a 2 anni e 8 mesi), Michele Rubino (1 anno e due mesi), Antonino Zarcone (2 anni e 6 mesi), Pietro Tirenna (da 4 anni e 8 mesi a 4 anni e 5 mesi).

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO

gallery