Alla luce di quanto emerso nelle ultime ore, l'ultimo post pubblicato su Facebook da Noemi Durini, la 16enne uccisa dal fidanzato 17enne, assume un significato ancora più pesante. La ragazza, infatti, aveva condiviso un'immagine molto forte: una foto che ritrae una donna con il volto tumefatto, con la mano di un uomo che le chiude la bocca. Sul polso c'è un tatuaggio con la scritta "Love?". Poco prima della scomparsa, Noemi Durini ha scelto di pubblicare una lunga poesia: "Non è amore se ti fa male. Non è amore se ti controlla. Non è amore se ti fa paura di essere quello che sei. Non è amore, se ti picchia. Non è amore se ti umilia. Non è amore se ti proibisce di indossare i vestiti che ti piace. Non è amore se dubiti della tua capacità intellettuale. Non è amore se non rispetta la tua volontà. Non è amore se fai sesso. Non è amore se dubita costantemente della tua parola. Non è amore se non si confida con te. Non è amore se ti impedisce di studiare o di lavorare. Non è amore se ti tradisce. Non è amore, se ti chiama stupida e pazza. Non è amore se piangi più di quanto sorridi. Non è amore se colpisce i tuoi figli. Non è amore, se colpisce i tuoi animali. Non è amore se mente costantemente. Non è amore se ti diminuisce, se ti confronta, se ti fa sentire piccola. Il nome è abuso. E tu meriti l'amore. Molto amore. Fidati!".

Parole che, adesso, pesano come macigni e che potrebbero essere legate alla relazione con il fidanzato 17enne che l'ha uccisa.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO

gallery