Eseguiti dalla polizia 16 provvedimenti di custodia cautelare tra Gela, Catania e Foggia: tutti gli indagati sono legati da vincola di parentela e ritenuti responsabili di furti, danneggiamenti, rapine e spaccio di stupefacenti. L'operazione è stata denominata 'Parenti serpenti'. Gli agenti del commissariato di Gela sarebbero risaliti ai presunti autori di alcuni episodi criminali dopo aver esaminato i fatti e dopo aver riscontrato in più occasioni un uguale modus operandi. 

In particolare, dall'analisi di modalità di esecuzione, abiti indossati, tipo di armi usate, corporatura e linguaggio ei banditi, sarebbe stata scoperta la presenza di loro 'talpe' all'interno dei supermercati rapinati. E' stato accertato che tra il personale dipendendente di due dei discount presi di mira figuravano cugini, ominimi, incensurati, parenti di un pregiudicato, noto per precedenti per rapina.

ECCO I NOMI E LE FOTO DEGLI INDAGATI

1. Vincenzo Francesco Blanco
2. Sebastiano Sardo
3. Salvatore Scordio
4. Ruben Antonio Licata
5. Mario Cammalleri
6. Klisman Rinzivillo
7. Giovanni Rinzivillo
8. Giovanni Rinzivillo
9. Gaetano Trubia
10. Francesco Spinello
11. Fabio Mirasola
12. Emilio Massimiliano Liparoti
13. Carmelo Manuele Orlando
14. Alessandro Di Fede 

Fonti: La Sicilia e Giornale di Sicilia