Si aggiravano di notte a caccia di reperti archeologici, con pale, picconi e torce, nel sito archeologico di monte Adranone. Sei "tombaroli", tutti originari di Paternò, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Sambuca di Sicilia: per loro è scattata l'accusa di tentato furto di materiale archeologico e danneggiamento di sito archeologico.

Secondo quanto spiegato dai carabinieri, i sei conoscevano bene il territorio: "nella notte infatti i loro movimenti erano precisi e silenziosi, verosimilmente non era la prima volta che facevano visita in quei luoghi. Tre dei sei infatti avevano precedenti per reati contro il patrimonio, due dei quali in modo specifico per impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato".

Dopo essere stati identificati, sono stati accompagnati negli uffici del comando Compagnia di Sciacca per le operazioni di rito. Nei prossimi giorni il gip deciderà in merito alla relativa convalida degli arresti

PER VEDERE LE FOTO DEGLI ARRESTATI, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (Foto: AgrigentoNotizie)

gallery