Gli agenti della squadra mobile di Catania hanno sgominato una banda dedita allo sfruttamento della prostituzione e notificato un'ordinanda con cinque misure cautelari nei confronti di tre romeni (cui il provvedimento è stato notificato in carcere) e due italiani (posti ai domiciliari). L'accusa per tutti i soggetti è a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione, di sfruttamento della prostituzione in pregiudizio di giovani donne connazionali (tra cui una minore), di favoreggiamento della prostituzione e di favoreggiamento personale. 

La banda era dedita allo sfruttamento della prostituzione di giovani donne rumene. Tutto è partito dal racconto di una delle vittime: la giovane ha lasciato il suo paese d'origine insieme a un connazionale ma, appena giunti in Italia, lui le ha sottratto la carta d'identità, costringendola a prostituirsi, sotto la minaccia di sottrarle il figlio minore, rimasto in Romania. Le intercettazioni e le indagini hanno permesso di risalire ai responsabili dell'organizzazione.

PER VEDERE LE FOTO DEGLI ARRESTATI, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: LA SICILIA)

gallery