La polizia ha smantellato un traffico di droga tra Lombardia, Calabria e Sicilia: cinque persone sono state arrestate a Palermo, con le accuse di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti o trasporto e detenzione di stupefacente. 

I palermitani arrestati sono Omar Ribaudo, 40 anni, e Salvatore Ficarotta, 34 anni. Domiciliari, invece, per Luciano Virzì, 29 anni, Paolo Rizzo, 53 anni, e Francesco Graffeo, 40 anni. Ribaudo, Ficarotta e Virzì sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, mentre Rizzo e Graffeo sono indagati per i reati di trasporto e detenzione di stupefacente.

L'operazione è stata denominata Dead Dog, perché le persone coinvolte utilizzavano l'espressione "Muriu u cani" per commentare un evento negativo per il gruppo criminale. Le indagini sono partite nel 2014. Ribaudo sarebbe stato punto di riferimento che, insediatosi nell'hinterland milanese, avrebbe pianificato l'invio di droga a Palermo.

La sostanza veniva consegnata al corriere a Villa San Giovanni, a beneficio di Ficarotta. A ricoprire il ruolo di corriere era Virzì, già arrestato nel 2014 perché trovato in possesso di cocaina che aveva ritirato a Villa San Giovanni. Graffeo e Rizzo sono stati bloccati nel 2015, lungo l'autostrada A19 Palermo-Catania: sono stati trovati in possesso di circa 5 chili di hashish sotto forma di tavolette. 

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO

gallery