Nuovi controlli della Questura nei locali di Catania. Il personale del Commissariato Borgo, insieme ai tecnici dell'Asp e ai vigili urbani, ha passato al setaccio i quartieri Picanello e Barriera. Presso il Bar Castello, in via Leucatia, sono emerse carenze in tema di pulizia. Sotto le attrezzature sono stati trovati residui di scarti alimentari, attrezzature vetuste, promiscuità di alimenti nei frigoriferi e altro. Al titolare è stata comminata una sanzione che va da 500 a 3000 euro ed è inoltre stato denunciato in stato di libertà per il reato di fronte in commercio. All'interno del pozzetto congelatore c'erano bignè congelati senza che il menu riportasse l'indicazione di prodotto surgelato. Un'altra denuncia è scattata per il reato di mal conservazione alimenti. Sanzione anche per mancanza di autorizzazione per il suolo pubblico. 

Nella stessa strada, è stato controllato il panificio Castello: il titolare è stato sanzionato perché non era in possesso dell'attestato Osa proprio e di un'altra persona addetta alla vendita. I vigili urbani hanno irrogato la sanzione amministrativa per mancanza di autorizzazione della tenda su pubblica via. Ancora, controllato anche il negozio Il Pescatore. L'Asp Veterinari ha contestato la mancanza di etichettatura di 700 grammi di vongole. È stata accertata la mancanza di autorizzazione per la tenda. Controlli anche al Girarrosto Laudani srl: il titolare è stato fatto oggetto di sanzione perché privo di manuale di autocontrollo. Mancava anche l'autorizzazione del suolo pubblico.

PER VEDERE LE FOTO, CLICCA SUL PULSANTE IN BASSO (FOTO: CATANIATODAY.IT)

gallery