É successo lo scorso 24 giugno a Porto San Giorgio, una giovane donna di 30 anni reduce da un matrimonio ha denunciato di essere stata violentata una volta finita la festa.

La donna è una professionista molto conosciuta e stimata e dopo quella terribile notte è andata al pronto soccorso di San Benedetto del Tronto dove   i medici le hanno riscontrato escoriazioni, lividi e tutti i classici segni della violenza sessuale. Adesso, i due presunti responsabili dello stupro sono stati identificati e indagati. Sarebbero due camerieri che quella sera stavano lavorando durante il matrimonio, un trentenne albanese residente a Pedaso e un suo coetaneo del posto. La Procura della Repubblica di Fermo ha aperto un fascicolo a loro carico per violenza sessuale di gruppo. 

Inoltre, si sospetta che la giovane possa essere stata drogata, forse con la ketamina che, a determinate dosi, può indurre allucinazioni e perdita totale del controllo, fino a creare vuoti di memoria.