Sarebbe durato due ore il faccia a faccia in Procura del carabiniere palermitano accusato di violenza sessuale da due turiste americane, a Firenze. Insieme a lui, è accusato anche un altro carabiniere, capopattuglia di 46 anni, che si era presentato davanti al pc sabato scorso, spiegando che il rapporto sessuale era stato consenziente.

Il palermitano, un 32enne, si è presentato ieri al palazzo di giustizia, accompagnato dal suo legale, per fornire la sua versione dei fatti. Sarebbe arrivato nel primo pomeriggio, uscendo intorno alle 18.30. Un incontro blindatissimo: né la pm, Onrella Galeotti, né l'avvocato hanno voluto rilasciare dichiarazioni al termine del colloquio.

Il collega 46enne si era presentato davanti al pm sabato scorso, ammettendo di aver avuto un rapporto sessuale con una delle due americane e definendolo consenziente. Pare che il colloquio del palermitano sia stato più lungo: alla fine ha lasciato il palazzo di giustizia da un'uscita diversa da quella del suo legale.