Si gira una nuova fiction tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. Si intitola “La concessione del telefono” e le riprese sono in corso a Palermo. A firmare la nuova serie sono Rai Fiction e Palomar, con la direzione di Roan Johnson. Andrà in onda su Raiuno il prossimo anno. Il set è stato allestito a piazza Pretoria, ma anche nella chiesa di Santa Catrina e Palazzo Bonocore. Alcune scene, inoltre, sono state già girate nelle location di palazzo Comitini e palazzo Montevago.

Tra gli attori ci sono il palermitano Alessio Vassallo, che interpreta Filippo Genuardi, Corrado Fortuna, che interpreta Sasà La Ferlita, Dajana Roncione e la messinese Federica De Cola, nel ruolo di Gaetanina.

Ancora una volta, dunque, le opere dell’indimenticato Andrea Camilleri ispirano una fiction per la tv. In questo caso non avremo le ben note vicende del Commissario Montalbano, bensì un altra storia, che tuttavia non abbandona quel particolare stile che ha reso noto lo scrittore siciliano in tutto il mondo.

“La concessione del telefono” è ambientato nella Sicilia di fine Ottocento – tra il giugno del 1891 e l’agosto del 1892 – tra Palermo, Montelusa e Vigata. Tutto inizia quando Filippo Genuardi, piccolo commerciante di legnami, invia tre lettere al prefetto Vittorio Marascianno per richiedere l’installazione di una linea telefonica tra il suo magazzino e l’abitazione del suocero, ricco uomo d’affari.