Un uomo originario del Messinese fugge nudo dopo essere stato massacrato di botte. Il motivo? Era a letto con una donna, una 45enne riminese, quando è stato beccato "in flagrante" dall'ex marito e dal figlio di lei, rispettivamente 41 e 20 anni. Il ragazzo, in particolare, era in possesso delle chiavi di casa della mamma, per questo è stato possibile far partire il "blitz". 

La vittima è stata colta sul fatto dai due aggressori, che non hanno esitato a sferrargli calci e pugni, fino a provocargli ferite su tutto il corpo con un punteruolo. A quel punto, realizzato il pericolo, l'uomo è fuggito nudo in strada, dove è stato soccorso da una donna che lo ha portato in ospedale.

I medici gli hanno dato un mese di prognosi. Poi la telefonata alla polizia, che ha rintracciato i due picchiatori e li ha denunciati. Per la vittima, un 49enne, alla fine è andata bene considerata la veemenza dei suoi aguzzini.