Vi raccontiamo oggi la leggenda dell’astrologo di Rocca Busambra. Un giorno, un astrologo decise di lasciare la città ed andare a vivere in una grotta di Rocca Busambra, tra Mezzojuso e Corleone.

Lì riceveva tutte le persone che avevano bisogno di una sua consulenza. L’unico amico dell’astrologo era un barbagianni, che, quando arrivava la gente per farsi predire il futuro, diceva “sciocco sciocco” a chiunque entrasse nella grotta.

L’astrologo riuscì a truffare tantissime persone. Con tutte le monete riuscì a riempire due grossi orci.

Un giorno, si trovò a passare da lì una donna, stanca e assetata che si stava avviando verso il santuario di Gibilmanna. Chiese un po’ d’acqua all’astrologo, ma questi, vedendo che l’unico orcio rimasto era vuoto e, avendo paura che se si fosse recato alla sorgente a prendere l’acqua la donna gli avrebbe rubato le monete, si rifiutò di aiutarla.

La donna andò via e si diresse verso il santuario.

Al ritorno, giunta vicino alla grotta dell’astrologo, arrivò un temporale, e la donna, ricordandosi del modo in cui era stata trattata da quell’uomo ,aveva paura a chiedergli se poteva darle riparo.

Ma, davanti all’ingresso della grotta il barbagianni disse alla donna che poteva tranquillamente entrare senza timore, perché l’astrologo non c’era, per l’avarizia e la cattiveria era stato condannato da Dio ed era diventato una nuvola per dare acqua a tutti gli assetati del mondo.

Di Alessandra Cancarè