01Amaro Averna è un liquore prodotto a Caltanissetta. La società è oggi parte del Gruppo Campari.

Presso il convento dell'Abbazia di Santo Spirito, secondo una tradizione antichissima nata nelle abbazie benedettine, i frati producevano un amaro, con una loro ricetta a base di erbe, dal sapore e dall’odore gradevoli. Secondo le credenze popolari, questa bevanda possedeva doti toniche e terapeutiche; oggi, la famosa bevanda dal colore caramello scuro, viene utilizzata soprattutto come digestivo. Nel 1859, in segno di riconoscenza, i frati decisero di consegnare a Salvatore Averna, quale benefattore della città e del convento, la ricetta dell'infuso. Salvatore Averna, nato a Caltanissetta da un’agiata famiglia di commercianti di tessuti, era un uomo molto attivo nella comunità: giudice di pace, filantropo, nel 1868 iniziò la produzione della famosa ricetta a cui poi diede il suo nome.

Ma fu Francesco Averna, figlio di Salvatore, che prese l'iniziativa di promuovere l'amaro, partecipando a diverse fiere del settore, sia in Italia che all'estero. Durante una visita privata del re Umberto I, Francesco ricevette una spilla d'oro con le insegne di casa Savoia, un’insegna che aveva lo scopo di attestare gli sforzi di Francesco e del marchio, all’interno del panorama economico del Regno. Numerosi i successi che ne seguirono; nel 1912, Vittorio Emanuele III concesse alla società di apporre sull’etichetta del proprio liquore, lo stemma reale con la scritta "Brevetto della Real Casa". La Società Averna divenne così Fornitrice della Real Casa. Alla morte prematura di Francesco, fu la moglie Anna Maria, seguita a ruota dai figli, a prendere le redini dell'azienda; ella fu uno dei primi esempi, se non il primo esempio, di imprenditrice donna della Sicilia di inizio Novecento.

Spettò a Salvatore, Paolo, Emilio e Michele, figli di Francesco, l’arduo compito di tenere alte le sorti dell’azienda e di consolidarne gli affari, proprio nel corso dei due Conflitti Mondiali. Averna continuò la produzione del suo famoso amaro anche in quel periodo, riuscendo a trovare un modo per avviarne le esportazioni verso l’America. Nel 1958, Averna divenne una società per azioni, e gli anni successivi vennero dedicati alla costruzione di un nuovo stabilimento.

Il 1978 è l’anno della diversificazione aziendale; il Gruppo Averna, ora azienda di impostazione famigliare ma di respiro internazionale, consolida la sua posizione sul mercato degli alcolici, attraverso l’acquisizione dell'azienda vinicola Villa Frattina, che si occupa della produzione di vini e spumanti.
Nel 2014, il Gruppo Campari acquisisce la totalità della Fratelli Averna S.p.A.

Autore | Enrica Bartalotta