Una 20enne ha perso un dito a causa di un raro cancro alla pelle. Secondo alcuni medici, la malattia sarebbe sfociata dall'onicofagia (mangiarsi le unghie) della ragazza. Il calvario di Courtney Whithorn è iniziato nel 2014. Secondo la ricostruzione dei tabloid inglesi, lagiovane in quel periodo era particolarmente stressata. A causa del bullismo aveva iniziato a mangiarsi le unghie.

Il vizio le ha presto fatto notare il pessimo aspetto del suo pollice, diventato nero al punto tale che la ragazza lo ha tenuto nascosto per ben quattro anni. Per la vergogna Courtney nascondeva le sue mani a tutti, compresi i suoi genitori. Quando finalmente ha capito di dover mostrare il suo dito a un medico era purtroppo troppo tardi.

La giovane si è rivolta a un chirurgo plastico nella speranza di farsi ricostruire l’unghia mancante ma a quel punto ha fatto la terribile scoperta: aveva un raro cancro della pelle. Dal giorno della diagnosi arrivata lo scorso luglio la studentessa ha subito diversi interventi ma, nonostante gli sforzi dei medici di salvarle il dito, alla fine è stato necessario procedere con l’amputazione del pollice.

"La cosa peggiore è stato scoprire che a causare il cancro è stata l’abitudine di mangiarmi le unghie. Quando mi sono staccata l’unghia quattro anni fa, tenevo la mano a pugno per non far vedere a nessuno, nemmeno ai miei genitori, in che stato fosse e usavo sempre unghie finte", ha spiegato la ragazza.