Già in altre occasioni abbiamo parlato di alcune truffe molto diffuse e oggi torniamo sull'argomento per parlarvi di quella che è nota come "truffa del pongo". Si tratta di un raggiro diffuso in tutta Italia, che non escludiamo possa essere sbarcato anche in Sicilia: alcuni lo conoscono, ma abbiamo pensato comunque di dirvi qualcosa di più, perché alcuni automobilisti potrebbero cascarci.

Come funziona la truffa del pongo?

Durante un sorpasso avvertite un colpo secco sulla macchina, come se vi avesse colpito un sasso. La vettura sorpassata, a questo punto, inizia a lampeggiare per invitarvi ad accostare e qui c'è la sorpresa. L'altro automobilista vi dice che il vostro sportello si è aperto in fase di sorpasso, danneggiando il suo. Un'affermazione che lascia indubbiamente perplessi ma, controllando, potrete vedere sul vostro sportello una striscia bianca di circa 50 centimetri.

In realtà, non è avvenuto alcun impatto e quella striscia è di pongo. Generalmente, il truffatore chiede un risarcimento in denaro, da ricevere sul momento, di circa 200 euro.

La soluzione? Di fronte a una situazione che non vi convince, fate tutte le verifiche che ritenete necessarie: vi aiuteranno a evitare una fregatura