5340_147810239504_7129623_nIl nome Masculina da Magghia è riservato alle alici (Engraulis encrasicholus) provenienti dalla pesca effettuata con specifiche reti (menaide o menaica) tradizionalmente in uso nel Golfo di Catania, o appena pescate (utilizzate per gli usi della cucina tradizionale) o decapitate, eviscerate e conservate sotto sale.
La zona di pesca e trasformazione della Masculina da Migghia corrisponde a quella del Golfo di Catania: un arco che va da Capo Mulini (Acireale) a Capo Santa Croce (Augusta). Questa porzione di mare è tutelata in parte dalla Riserva Naturale Marina delle Isole Ciclopi; nella stessa zona ricade anche l’Area di Reperimento “le Grotte Acicastello” entro i 3 miglia dalla costa.

Fonte: http://ecomusicalia.blogspot.com/2008/07/