La notizia del presunto stupro di una turista tedesca di 20 anni da parte di due giovani allievi poliziotti palermitani continua a riempire i giornali. "Hanno fatto a turno per abusare di me", denuncia la ragazza. Insieme ad altre due amiche, la giovane era arrivata in vacanza in Riviera alloggiando in una struttura ricettiva ed è stato qui che il gruppo ha conosciuto i due giovani nella serata di venerdì 24 agosto.

Il giorno successivo, la 20enne e le amiche si sono intrattenute con i palermitani; a un certo punto i gruppi si sono separati con la vittima rimasta sola coi giovani. Sarebbe a questo punto che, secondo il racconto della ragazza, sarebbe avvenuta la duplice violenza con i palermitani, che a turno avrebbero abusato della straniera.

Sconvolta, la giovane sarebbe uscita dalla stanza per raccontato tutto prima alle due amiche e poi al titolare della struttura ricettiva che ha chiamato la polizia. Il personale della Questura riminese, verso le 18, è arrivato sul posto con gli inquirenti della squadra Mobile che hanno identificato il 21enne e il 23enne mentre, la vittima, è stata portata al pronto soccorso per gli esami di rito.

Dagli accertamenti medici sarebbe emerso lo stupro anche se i medici non avrebbero trovato tracce di violenze fisiche. Le dimissioni sono state registrate verso l'1.30. Gli investigatori coordinati dal sostituto procuratore Davide Ercolani hanno ascoltato fino a tarda notte i racconti delle tre amiche tedesche, denunciando per violenza sessuale di gruppo i due italiani.