PALERMO – Al termine di un rapporto sessuale con una prostituta è rimasto intrappolato dentro la sua automobile: disavventura a Palermo per il cliente di una prostituta, che al termine della prestazione sessuale si è rifiutato di pagare. L'episodio è avvenuto in via Antonio di Rudinì, nei pressi di via Lincoln.

Di fronte alla richiesta di 100 euro, l'uomo si è giustificato rispondendo di non avere denaro con sé. La risposta ha fatto andare la prostituta su tutte le furie: tra i due è nata un'accesa discussione e ad un certo punto la donna ha estratto le chiavi dal quadro elettrico, è scesa dal mezzo ed ha chiuso dall'esterno la vettura, inserendo anche l'allarme. Poi si è data alla fuga.

Il cliente ha tentato in tutti i modi di liberarsi ma, dopo una serie di fallimentari tentativi, non gli è rimasto altro da fare che chiamare i carabinieri. Prima di effettuare la telefonata ed affrontare la conseguente vergogna, ha atteso ben tre ore. Per liberarlo, alla fine, sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco. All'arrivo dei militari della donna non c'era più alcuna traccia: è stata aperta un'indagine per fare chiarezza in merito all'episodio.