Pasta con i tenerumi, ricetta e curiosità sul piatto made in Sicily. I tenerumi siciliani sono molto apprezzati, ma non tutti sanno cosa sono: oggi scopriremo insieme come si cucinano i tenerumi e perché, quando si utilizzano per la pasta, diventano la minestra più buona dell’estate. Una vera e propria prelibatezza!

Pasta con i tenerumi

Prima di avventurarci alla scoperta della ricetta per fare questo primo piatto siciliano, sappiate che ogni famiglia ha la sua tradizione e che, ognuno, è certo di custodire il segreto per un risultato perfetto. Ne potete trovare, dunque, versioni leggermente diverse, ma tutte accomunate dalla bontà. Impossibile battere la maestria della cucina siciliana. La pasta con i tenerumi è una tipica minestra estiva.

Come si intuisce dal nome, i protagonisti sono i tenerumi… ma cosa sono i tenerumi? Se non siete siciliani, vi spieghiamo che si tratta delle foglie più tenere e dolci della zucchina lunga, quella di colore verde molto chiaro. queste foglie sono larghe e a forma di ventaglio: hanno un colore verde scuro e una consistenza, al tatto, praticamente vellutata.

Cucinare i tenerumi è facilissimo: si cuociono con la zucchina e si insaporiscono con pomodoro fresco (o anche con i pelati). Il formato di pasta più gettonato sono gli spaghetti spezzati, ma la si può trovare anche con altri formati, tra cui le mezze Mafalde.

Via libera anche all’utilizzo del caciocavallo a tocchetti, per insaporire. Va benissimo anche non aggiungere alcun formaggio: è davvero una scelta legata al gusto. Oltre alla classica pasta con i tenerumi a minestra, ne esiste una versione asciutta, cioè senza brodo.

Come fare la ricetta

Ingredienti

  • Tenerumi, 2 mazzetti;
  • Zucchina lunga, mezza;
  • Pomodoro Piccadilly, 500 g;
  • Aglio, 1 spicchio;
  • Basilico fresco;
  • Spaghetti spezzati, 150 g;
  • Caciocavallo a tocchetti;
  • Peperoncino (facoltativo);
  • Olio extravergine d’oliva;
  • Sale;
  • Pepe fresco.

Procedimento

  1. Per fare la pasta con i tenerumi, dovete anzitutto lavare i pomodori.
  2. Sbollentateli in acqua bollente per un paio di minuti.
  3. Scolateli, fateli freddare, lasciandoli in acqua fredda, quindi spellateli.
  4. Tagliate i pomodori a pezzetti e teneteli da parte. In alternativa, potete anche usare i pomodori pelati.
  5. Mettete in una casseruola dell’olio d’oliva, quindi unite uno spicchio d’aglio. Aggiungete anche il peperoncino, se vi piace.
  6. Fate soffriggere e aggiungete il pomodoro.
  7. Aggiustate di sale, insaporite con il basilico e fate cuocere tra i 5 e i 10 minuti: il tempo necessario a fare restringere il sugo di pomodoro.
  8. Pulite bene i tenerumi, prendendone le foglie. Lavateli, scolateli e tagliateli a striscioline.
  9. Pelate la zucchina e tagliatela a pezzi.
  10. A questo punto, mettete sul fuoco metà pentola d’acqua e fatevi cuocere, quando bolle, zucchina e tenerumi: basteranno un paio di minuti.
  11. Eliminate l’acqua in eccesso (potete metterla da parte, perché vi potrebbe servire in seguito).
  12. Utilizzate un frullatore a immersione per frullare una parte dei tenerumi.
  13. Unite la pasta, salate e fate riprendere il bollore.
  14. Versate il pomodoro nella pentola e mescolate.
  15. Aggiustate di sale e fate cuocere. Se necessario, unite un po’ d’acqua che avevate messo da parte.
  16. Servite con tocchetti di caciocavallo (se vi piace, anche con formaggio grattugiato) e del pepe nero macinato fresco.

Foto: Luisa Cassarà.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati