Il mio Doppio mi porta spesso, da Acireale (CT), dei dolci di mandorla eccellenti. 

Li adoro perchè racchiudono in loro tutte le peculiarità della mia Terra: le mandorle, i limoni, il profumo , la luce, la casa dei nonni nei pomeriggi domenicali quando, dopo un ricco pranzo, si tiravano fuori queste paste fragranti …ed era una festa!

Si tratta di pasticcini, profumatissimi di limone o arancia, lieve-mente friabili all'esterno e morbidi dentro…. una libidine che ho cercato, più volte, di riprodurre, senza risultati apprezzabili.

Finalmente, qualche giorno fa, mi si è accesa la lampadina….. Pietro… Manu… gli amici di Catania che curano il bellissimo Forum "La Pulce e il Topo" vi rimando al loro bellissimo post su questi dolcetti, che ho invitato a collaborare con me per il Gran Galà di beneficenza dello scorso dicembre che tante soddisfazioni ci ha dato…. bravissimi e cultori delle tradizioni e del gusto della nostra Terra… chi meglio di loro poteva darmi la dritta che mi mancava.. il segreto che nessuna ricetta del web rivelava… e quindi lo chiamo al telefono e chiedo lumi…. che mi vengono prontamente  forniti!!!!!
Ho tutti gli ingredienti a casa e mi metto subito all'opera, col cuore pieno di gioia e aspettativa………… e finalmente……….. SONO RIUSCITAAAA!!!
Proprio come quelli che mi porta mio marito…. morbidi, profumati, gustosi!!!
Sono dei dolci da "riposto" da credenza quindi e si mantengono a lungo conservati in una scatola di latta….. se non li divorate prima!!
Ancora una volta, come ho avuto occasione di ribadire durante il Gran Galà, i Doniche ci sono stati concessi hanno un valore e un significato solo se c'è Condivisione e Amicizia.
Solo così si può crescere e migliorare e, il miracolo, è accaduto , di nuovo!!!
Grazie Pietro e grazie Manu, siete mitici!!!!!
 
Ingredienti :
 
– 1\2 kg di farina di mandorle 
– 350 gr. di zucchero a velo 
– 4 albumi sbattuti ma non montati
– 1 grosso cucchiaio di miele di agrumi 
– 1 pizzico di vanillina 
– la scorza grattugiata di due limoni bio 
– 3 gocce essenza di mandorla amara 
– 3 gocce essenza limone 
 
Procedimento:
 
– nella planetario ho messo tutti gli ingredienti tranne gli albumi
– cominciare a mescolare e aggiungere gli albumi a cucchiaiate e vedere la consistenza dell'impasto
– lavorare bene l'impasto sino a che diventa omogeneo e malleabile
– pesare delle palline da 25 grammi
– formare dei cordoncini, passarli nello zucchero a velo e disporli nella teglia foderata di carta forno, dando la forma di una "S"
– lasciare riposare i dolcetti formati , nella teglia, per un paio d'ore
– infornare in forno caldo a 160° per 15 minuti (tempo indicativo, dipende dal forno) non si devono dorare ma rimanere bianchi
– quando li sfornerete vi sembreranno molli…non preoccupatevi, raffreddandosi acquisteranno consistenza
– spolverare di zucchero a velo