Ha la forma di un calzone e un goloso ripieno.

La cucina siciliana non conosce limiti. Quando si parla di ricette e creatività, mette in campo tutta la sua maestria: per un piatto da re, bastano pochi ingredienti, perché l’importante è saperli combinare insieme. Accade, così, che anche una semplice pizza fritta possa diventare speciale, quando è Made in Sicily. Se non ci credete, mettetevi comodi e seguiteci nel nostro viaggio alla scoperta della pizza fritta siciliana. A renderla unica è anzitutto la forma a mezzaluna, come quella di un calzone. Il ripieno tipico è a base di formaggio e filetti di acciughe, ma può davvero essere farcita in ogni modo. L’impasto è a base di farina, zucchero, sale, strutto e acqua. Per essere davvero buona, deve risultare asciutta e non unta. Meglio, inoltre, aspettare che freddi quel tanto che basta per essere un po’ croccante. Conosciamone meglio i segreti e la ricetta.

Chiamata anche semplicemente “la Siciliana”, nasce a Zafferana Etnea, alle pendici dell’Etna. Si narra che l’abbia inventata “Donna Peppina“, cioè Giuseppe Finocchiaro, preparandola nel suo locale dal 1924. L’unica e originale è con Tuma o Pepato e acciughe. Per quanto riguarda le variante, molto richiesta è quella con olive, così come la versione con cipolla fresca. C’è anche rossa o con prosciutto cotto. Non manca una vegetariana, che ha all’interno tante verdure. Impossibile non trovare anche le versioni un po’ più gourmet, con funghi porcini e pistacchio di Bronte. Ora che ne conosciamo la storia, possiamo metterci ai fornelli!

Ricetta Pizza Fritta Siciliana, “La Siciliana”

Ingredienti per 4 persone

Per l’impasto

  • 250 g di farina 0;
  • 250 g di semola rimacinata di grano duro;
  • 50 g di strutto;
  • 340 g di latte (va bene anche l’acqua);
  • 12 g di sale;
  • 25 g di zucchero;
  • 3,5 g di lievito di birra fresco (o 12 g fresco);

Per il ripieno

  • 500 g di tuma;
  • 40 g di acciughe sott’olio (o sotto sale);
  • Pepe nero;
  • Olive nere denocciolate;
  • Olio per friggere.

Procedimento

  1. Per fare la Pizza Fritta Siciliana, dovete anzitutto versare le farine in una ciotola, quindi aggiungete il latte tiepido, il lievito e lo zucchero.
  2. Mescolate un po’ per fare sciogliere il lievito, quindi unite sale e strutto.
  3. Lavorate prima nella ciotola, quindi passate sulla spianatoia.
  4. Impastate con cura: all’inizio avrete un impasto un po’ appiccicoso, ma non preoccupatevi. Continuate a lavorarlo senza aggiungere farina.
  5. Quando sarà un impasto omogeneo, mettetelo a lievitare nel forno spento, con la lucina accesa, per circa 90 minuti.
  6. Trascorso questo tempo, create tanti panetti da 90 grammi circa, quindi fate lievitare per altri 15 minuti.
  7. Stendete i panetti, farcite con tuma, acciugha, pepe nero e olive.
  8. Ripiegate a mezzaluna e sigillate bene i bordi, ripiegandoli su se stessi.
  9. Fate riposare ancora per 10 minuti.
  10. Friggete in olio ben caldo, girandole da entrambi i lati.
  11. Fate scolare su carta assorbente.

Buon appetito! – Foto: Stijn Nieuwendijk – (CC BY-NC-ND 2.0).

Articoli correlati