Cosa vuol dire Cu pava prima mancia pisci fitusu?

Il nostro viaggio alla ricerca dei proverbi più belli e particolari non si ferma mai. Oggi vogliamo parlarvi di un modo di dire molto famoso, che sicuramente molti di voi avranno già sentito. Anche in questo caso, si tratta di una bella perla di saggezza siciliana, un consiglio gli acquisti. Un tempo i proverbi erano citati molto più spesso e volentieri: questa abitudine si è un po’ persa, ma proprio per questo è bello recuperarli e ricordarli. Tanto semplici quanto efficaci, prima erano considerati vere e proprie regole di vita. Vi si prestava più ascolto, basandosi su quella saggezza popolare che oggi è purtroppo un po’ dimenticata. Conoscere i proverbi è un modo per conoscere la Sicilia e capire meglio come si viveva un tempo.

Cosa vuol dire, dunque, Cu pava prima mancia pisci fitusu? La traduzione è semplice: “Chi paga in anticipo mangia pesce andato a male”. Andando oltre il significato letterale, questo proverbio ci ricorda che, spesso, pagando in anticipo non si ricevono servizi o merce eccellente. Non si può, ovviamente, dire che sia sempre così, però è sempre meglio non dimenticarlo! Se vi piacciono i proverbi siciliani, di seguito ne trovate altri molto interessanti.

  • Cu nesci arrinesci.
    (Chi si allontana dal suo ambiente viene a trovarsi in una condizione migliore).
  • Di marti nè si spusa nè si parti.
    (Di martedì non ci si sposa e non si parte).
  • Dui su’ i putenti, cu avi assai e cu non avi nenti.
    (Due sono i potenti, chi ha tanto e chi non ha niente)
  • Fa beni e scordatillu, fa mali e pensaci.
    (Fai bene e dimenticalo, fai male e pensaci)
  • Di ‘na rosa nasci ‘na spina. Di ‘na spina nasci ‘na rosa.
    (Da una rosa nasce una spina, da una spina nasce una rosa).

Articoli correlati