Il Pulpito del Re si trova all’interno del Bosco della Ficuzza, nel cuore di una preziosa riserva naturale. L’area boschiva, un tempo, è stata riserva di caccia. Alla fine del Settecento, per volere del re borbonico Ferdinando IV, fu costruita qui la Casina di Caccia.

Ferdinando di Borbone vi visse ininterrottamente dal 1810 al 1813. Proprio alla figura di Ferdinando IV è legato il Pulpito del Re.

Questo si trova a un’altezza di 927 metri ed è un trono scolpito sulla roccia arenaria che il sovrano usava per cacciare stando seduto, mentre i battitori spingevano le prede verso di lui. Il bosco intorno è un querceto, in cui si trovano anche lecci e pini. Della sedia del re rimane soltanto il piede, ma è sicuramente interessante scorgere questa costruzione nel mezzo del verde.

In tempi relativamente recenti, l’archeologo Alberto Scuderi ha svolto alcuni approfondimenti sul Pulpito del Re, arrivando alla conclusione che si potrebbe trattare di un sito archeologico, più precisamente un’area sacra di epoca preistorica.

Il fatto che dietro al Pulpito del Re si celi un mistero, testimonia la ricchezza culturale della Sicilia, da sempre crocevia di popoli con usanze diverse.

Foto di Stephen House – Credits

Articoli correlati