Ricetta cous cous marocchino: 

La Sicilia è molto legata a questo piatto che per tradizione e in origine appartiene al popolo marocchino. Come sappiamo ne esistono di svariati tipi, quello con sole verdure, quello con pesce, quello con carne, insomma ce né per tutti i gusti ed indipendentemente dalla Regione dove viene cucinato, il Cous Cous viene sempre lavorato e cotto a vapore, nella specifica couscoussiera.   

Oggi vi proporremo la ricetta del Cous Cous del Maghreb cioè quello lavorato in Algeria, Tunisia e nel Marocco.

Ingredienti per lo stufato:

  • 800gr di Carne ovina (Agnello)
  • 50 gr di Ceci
  • 2 Carote
  • 2 Cipolle
  • 3 cucchiai di Olio
  • 1 bustina di Zafferano
  • Pepe q.b
  • 100 gr di Piselli
  • 3 Zucchine
  • 50 gr di Uvetta
  • 2 Pomodori
  • 1 mazzetto di Prezzemolo
  • 1 mazzetto di Coriandolo (se fresco) o macinato q.b.
  •  Cous cous

Ricetta Cous Cous marocchino:

La procedura per la preparazione di un cous cous originale è molto lunga, tanto da dover iniziare il giorno prima, quando infatti prenderete i ceci e li metterete ammollo.

Prendete la carne, tagliatela a pezzi (non troppo piccoli) e mettetela nella parte bassa della cuoscoussiera. Versate nello stesso recipiente le cipolle tritate o a lunette, le carote, i ceci lavati e sbollentati. Amalgamate il tutto con dell’olio, del pepe macinato e dello zafferano.  

Ricoprite gli ingredienti con dell’acqua, mettete il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento per almeno un’ora. Fatto ciò assaggiate il brodo e se è necessario, aggiustate di sale.

Nell’attesa che lo stufato inizi a bollire, iniziate a lavorare il cous cous con le dite, maneggiandolo con cura, aiutandovi con le mani inumidite con acqua tiepida e olio extra vergine di oliva. Più lo maneggerete, più il cous cous si cucinerà. Poi quasi in prossimità della cottura definitiva della carne, riponete il vostro cous cous nella parte superiore della couscoussiera, si cucinerà così con il vapore.

A META' COTTURA:

A metà cottura versate il cous cous in un recipiente e bloccate la temperatura con dell’acqua fredda. A questo punto aggiustate di sale e bagnate con un po’ di olio. Rimettete il contenuto nella parte alta della couscoussiera e aggiungete piselli, pomodori e le zucchine e non dimenticate il prezzemolo e il coriandolo.

Adesso, mettete da parte un po' di brodo di stufato (va bene anche una tazza) e aggiungete paprika e pepe di Cajenna per rendere una parte del brodo, più piccante, per i palati più decisi.

A questo punto lo stufato è pronto e quando il cous cous apparirà del tutto morbido e con i granelli ben separati, gli uni dagli altri, è arrivato il momento di versarlo su un vassoio da portata con i bordi rialzati. Fate spazio al centro e disponete i pezzetti di carne. Irrorate per bene il piatto principalmente al centro in prossimità della carne con il brodo della cottura.

Il vostro piatto emblema del sud è pronto per essere gustato!