Sagra Do Trunzo di Aci, ritorna con la terza edizione l’appuntamento dedicato al tipico prodotto del Catanese Appuntamento dal 5 al 7 luglio ad Acireale, in piazza Peppino Impastato, per celebrare una produzione siciliana. Il “cavolo trunzo” di Aci è riconosciuto come presidio slow food ed è stato protagonista durante appuntamenti importanti, come il Salone del Gusto di Torino o la trasmissione Masterchef. La particolare lavorazione e la trasformazione del cavolo rapa nel corso della Sagra, tanto in piatti della tradizione quanto in preparazioni innovative, ha destato grande curiosità.

Il nome “cavolo trunzo” riprende un ironico epiteto con cui i catanesi prendono in giro gli abianti di Aci. Si tratta di un cavolo rapa (Brassica oleracea var. gongylodes ) coltivato da sempre nel catanese, in particolare negli orti di Acireale e delle località vicine. È di piccole dimensioni ma è riconoscibile in particolare perché la parte edule, presenta striature violacee, comune a molte a molti ortaggi coltivati nei terreni lavici dell’Etna

Come tutte le crucifere o brassicacee (cavoli, ravanelli, broccoletti, ecc.) contiene molti minerali e vitamine; la ricerca medica attribuisce a questi ortaggi anche una forte azione detossificante importante per prevenire l’insorgere di forme tumorali. Proprietà esaltate dai terreni di particolare qualità e dell’ambiente in cui viene coltivato.

Per il programma completo, potete cliccare qui.