Si è presentato in ospedale 3 volte per un forte dolore al cuore. Nell'ultima occasione, al pronto soccorso dell'ospedale Garibaldi di Catania, "sputava sangue dalla bocca, così è stato immediatamente ricoverato ed operato con urgenza".

Dopo 10 giorni di coma, Giovanni Manna è morto all'età di 29 anni, compiuti nello stesso giorno del ricovero. A raccontare la drammatica vicenda è "Sicilia Risvegli Onlus", associazione nazionale di famiglie unite contro la vita vegetativa.

Secondo quanto riportato da CataniaToday, si parlerebbe di un virus mortale. Giovanni lavorava come vigilantes e lascia una moglie di 25 anni e due figli, uno dei quali di appena un mese. I funerali si terranno oggi, alle ore 16, presso la chiesa di San Leone a Catania.